Specularum

La città
specularum.jpg
Popolazione: Dati non certi; l’ultimo censimento è stato fatto 15anni fa, e Specularum aveva allora una popolazione di 50000 abitanti. Oggi è certamente superiore.
Leggi: Tutte le armi (eccetto i pugnali) devono essere tenute legate nel fodero
con dei lacci. Portare armi che non siano legate è un crimine di 2” classe ; l’omicidio con un’arma slegata viene automaticamente trattato come crimine di 7” classe. E permesso
usare la magia, ma l’effettuare incantesimi su qualcuno che non ne è a conoscenza è un crimine di 2”classe (o maggiore a secondo degli effetti della magia). In tempo di feste, chiunque entri a Specularum deve versare una tassa di otto crone.

La città anche se grande, è affollata. rumorosa e sporca -una caratteristica città medievale. Le strade sono di terra battuta, strette e tortuose, prive di illuminazione e spesso pericolose. Gli edifici sono costruzioni di uno o due piani di
mattoni o legno; alcuni sono fatti di pietra.
specularum.jpg
I quartieri
Bricktop: Questa è una zona relativamente ricca, a metà strada tra le lussuose
residenze sulla collina ed il quartiere dei mercanti. Prende il nome dalla strada di
Bricktop, una via molto trafficata. Nel gergo di Specularum il termine “Bricktop” indica qualunque cosa sia di buona qualità. Questa zona è caratterizzata da case di piccola e media dimensione; la maggior parte della popolazione è di origine thyatiana. Molti mercanti, burocrati statali, e persone benestanti vi abitano.
Il parco del Duca: Non è in effetti parte della città, ma è una zona cintata da
mura, custodita per il Duca dal cugino, Lord Alexius Korrigan. I1 Duca e la sua famiglia ci vanno a caccia ed a cavalcare;è una sorta di zona franca a disposizione della Famiglia Reale.

Quartiere degli stranieri. Questa zona della città, costruita fuori dalle mura, è il luogo dove vive la maggior parte della comunità straniera di Specularum – non
solo gli umani di altre nazioni ma anche molti semi-umani. Come potete aspettarvi, le bande tendono ad essere di uno specifico gruppo etnico ed a combattersi tra di loro.
La collina. Questa è la zona più elegante della città; le strade sono lastricate di
mattoni, ed il quartiere è diviso in numerose proprietà cinte da mura. Queste proprietà appartengono alle più potenti famiglie della città – anche se i potenti Radu non abitano qui. La collina, in parte, giace sui pendii della cdlina sulla quale vi è il castello del Duca.
Piccolo quartiere dei mercanti. Questo non è un quartiere di mercanti poveri; è
solo più piccolo rispetto all’altro quartiere mercantile. Data la sua vicinanza con il
quartiere degli stranieri, vi si possono trovare oggetti e cibi esotici; anche se in
quantità contenute vi si possono trovare più cose che nell’altro quartiere dei mercanti.
Quartiere dei mercanti. Questo è il principale quartiere mercantile della città. E la
parte di Specularum che non dorme mai; molte taverne e locali sono aperti tutta
notte, e pochi commercianti, che di solito abitano dove lavorano, rifiutano un cliente anche nelle ore più tarde. Vi si può trovare ogni genere di beni e mercanzie, mercenari, stalle e cavalli, fornai, macellai, gioiellieri, fabbri, orafi, argentieri,carpentieri, astrologi, geometri, scribi,filosofi, alchimisti, ladri, giocolieri e tutto ci che vi può venire in mente.
Il nido. Questa è la parte più vecchia e squallida della città; gli abitanti sono in
maggioranza traladariani. Le guardie non osano entrarci; il crimine regna
sovrano.
Lato nord. Questa è una zona residenziale della città; molte persone che lavorano come servitori nella città o che fanno i braccianti nelle tenute di Marilenev vi ci abitano.
Quartiere vecchio. È oggi com’era trent’anni fa Il Nido. Ha le stesse strade tortuose e la stessa varia umanità ma il crimine, se pur frequente, non è ai livelli del Nido. La popolazione anche qui è, in maggioranza traladariana.
Lato sud. Questa zona assomiglia al lato nord. poco oltre la riva, non è protetta dal
muro anti-maree della città. Questo è il luogo dove avviene la maggior parte
degli affari all’ingrosso riguardanti le merci e le navi, ci sono anche diversi mercati del pesce. In genere, questa zona ha numerosi moli, magazzini ed uffici; qui si
possono prenotare viaggi oltremare; i messaggi internazionali vengono qui smistati; ma soprattutto tutte le merci importate ed esportate via mare vengono qui imbarcate sulle navi.
La via Occidentale. Questa è una via piena di negozi ed attività commerciali che
collega il lato nord a quello sud.

La strada dei sogni. Questo è il centro magico e di profezie di Specularum; in
esso si trova la più grande concentrazione di maghi e veggenti che sono disponibili
ad offrire i loro servizi.
Il Giglio Nero. Qui si trova l’omonima locanda, una delle più famose di Specularum.
Il puledro Zoppo : questa locanda malfamata si trova nelle vicinanze del porto. Marinai, avventurieri di bassa lega e malintenzionati di ogni tipo vi si trovano a ogni ora del giorno e della notte.
naggi”.
Cattedrale di Karameikos. Nell’imponente cattedrale, che è il centro spirituale della chiesa di Karameikos, vivono il patriarca Olliver Jowett ed anche Alfric Oderbry .
Sala dell’ordine del Grifone. Questo edificio è una chiesa circondata da alte mura (per attutire il rumore dell’addestramento); esso funge da centro organizzativo e di addestramento dell’ordine del Grifone, l’ordine militare della chiesa di Karameikos.

Specularum

Karameikos 2.0 marco_moderato marco_moderato